Esperienza estiva di Aryè al Camp Hess Kramer a Malibù

Quest’estate ho avuto un’esperienza che per alcune persone potrà essere normale, ma per me è stata una cosa veramente speciale.

Quando sono atterrato all’aeroporto di Los Angeles c’erano tre ragazzi ad aspettare il mio arrivo, Ezra, Matthew e Noam; Ezra e Matthew erano tra gli istruttori della “leadership” (programma per i ragazzi della mia età).

All’uscita dell’aeroporto, a prenderci con l’auto, c’era Rachel, la mamma di Ezra.

Sono stato con Rachel e la sua famiglia per tre giorni.

In quei giorni sono andato al LACMA (Los Angeles County Museum of Art), a Hollywood,  al museo delle cere, al Chinese Theatre, al museo delle auto (Petersen Automotive Museum).

Il giorno prima che il campo iniziasse, sono andato con Ben, il marito di Rachel, a Beverly Hills ad incontrare David, che era nel programma “leadership” con me e mi ha spiegato che cosa avremmo fatto al campo.

Prima di andare al campo, Ezra mi ha presentato a tutti nella “leadership”. Al campo, ogni mattina alzavamo la bandiera americana e israeliana, mi piaceva molto, e qualche giorno prima della fine del campo mi hanno invitato ad alzare la bandiera degli Stati Uniti.

Ogni giorno, prima di cena, c’era la funzione e avevamo la preghiera prima e dopo ogni pasto. Ogni giorno avevamo due attività sportive da svolgere a scelta, e dopo due settimane bisognava sceglierne altre due. Io ho scelto flag football e cucina, e le due settimane seguenti flag football e tiro con l’arco.

 

Shabbat

Il venerdì sera, le ragazze indossavano un vestito bianco e i ragazzi una camicia bianca.

Dopo cena tutti i campeggiatori e gli istruttori andavano nella sala da ballo, dove formavamo un grande cerchio, e quando iniziava la musica tutti cominciavamo a saltare e cantare, più tardi andavamo all’aperto dove ballavamo danze israeliane.

Sono diventato famoso nel campo perché ero il primo italiano nella “leadership” e tante persone venivano a conoscermi.

Nella “leadership”,  qualcuno aveva un fratello più piccolo, e mi presentavano con:

“È l’italiano”.

Rick è venuto a prendermi al campeggio e sono stato con lui per tre giorni. Il primo giorno sono andato in spiaggia a Malibù, dove ho incontrato Sandy, la moglie di Rick.

Il secondo giorno sono andato agli Universal Studios, e l’ultimo giorno sono andato a Venice beach e a piedi a Santa Monica beach, sono stati giorni molto speciali. Ricorderò sempre questa esperienza, perché è stata la mia prima volta al campo, e tutti mi hanno accolto come un fratello, un membro della famiglia, e un’altra cosa che mi è piaciuta del campo erano tutte le preghiere che cantavamo.

 Sono veramente felice di aver vissuto questa esperienza.

Ringrazio Rick e Sandy per avermi ospitato a casa loro.

Grazie a Rabbi Goor per tutto il tempo prezioso che ha impiegato per aiutarmi a programmare quest’estate fantastica, perché senza di lui questo non sarebbe stato possibile.

Grazie a David e Carol Ross, Carey Bernitz, Rabbi Whiman e David Zucker e grazie a Rachel Andres e alla sua bella famiglia.

Grazie per questa esperienza meravigliosa e grazie a tutti per averla resa possibile.

Aryè C.